rating-logo.svg

La fondazione ISAAC

La Fondazione di Partecipazione ISAAC, mista pubblico privato a diritto privato, è un Ente filantropico, apolitico e aconfessionale, le cui attività sono di utilità pubblicistica, avente sede a Bolzano, perpetua le tradizioni storiche ed i valori ideali di Villa Melitta e Melittaklinik, nota per l’eccellenza dei servizi in ambito sanitario e sociosanitario, i cui soci sono anche i Fondatori Promotori della stessa Fondazione ISAAC.

melittaklinik-05.jpg

Dr. Andreas Waldner

medico specialista in Neurologia, Fisiatria e Riabilitazione, è Dirigente dei reparti di Riabilitazione (75, 56 e 60) e Direttore Scientifico della Melittaklinik

melittaklinik-02.jpg

Dr. Franz Xaver Waldner

medico specialista in Medicina Interna, è Direttore Sanitario della Melittaklinik

melittaklinik-052.jpg

DDr. Rupert Waldner

direttore generale, professionista in amministrazione e finanza aziendale nel settore sanitario, tecnologico e di ricerca, è Direttore Amministrativo della Melittaklinik

melittaklinik-36.jpg

MSc. Eng. Julius Michael Waldner

ingegnere della produzione; dal 2008 ha gestito attività di ricerca, analisi, innovazione, sviluppo, certificazione e produzione di dispositivi medici e medicali

L'organizzazione interna

Presidente: Dr. Andreas Waldner, specializzato in Neurologia, Fisiatria e Riabilitazione. Dirigente dei Reparti di Riabilitazione (75, 56 e 60) e Direttore Scientifico della MELITTAKLINIK da più di 10 anni. Membro del Comitato Etico Provinciale presso il Comprensorio Sanitario di Bolzano dal 12/2013 al 12/2019. Dirigente del Reparto Covid di “Villa Melitta”

Vicepresidente: Dr. Rupert Waldner, professionista in amministrazione e finanza aziendale nel settore sanitario, tecnologico e di ricerca con esperienza più che decennale per progetti tecnologici e di sviluppo di dispositivi medici

Direttore Generale: Prof. Stefano Darra, professionista di grande esperienza nella costituzione e nella direzione di Fondazioni di Partecipazioni, specialista nelle progettazioni europee ed esperto qualificato di progetti evoluti, con esperienza più che decennale nel project management, progettazione nazionale ed internazionale per progetti culturali, di sviluppo tecnologico, sociali ed altri.

Governance Project: MSc. Eng. Julius Michael Waldner, professionista nell’ambito di dispositivi medici e dei sistemi di qualità richiesti con esperienza più che decennale nel realizzare progetti di sviluppo tecnologico, certificazione e vendita di dispositivi.

Project Finance: Dr. Alessandro Coser, professionista con esperienza trentennale in materia di consulenza economica, finanziaria e fiscale.

Fase Operativa:

MSc. Eng. Valentina Lualdi, laureata magistrale in Ingegneria Biomedica presso il Politecnico di Milano con una tesi relativa alla riabilitazione con tecnologie assistive finalizzate al riapprendimento motorio dell’arto superiore, di cui il MSc. Eng. Julius Michael Waldner è stato co-relatore; ha maturato una buona esperienza come Regulatory Affairs Specialist e ingegnere di ricerca e sviluppo per dispositivi elettromedicali non-invasivi.

Finalità della fondazione

La Fondazione si propone le Finalità di promuovere lo sviluppo della cultura politica, tecnologica e scientifica nell’ambito delle attività sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, attraverso un fitto programma di iniziative, anche in collegamento con altre realtà nazionali, europee ed extraeuropee. Tali Finalità si esplicano nell’ambito del territorio nazionale ed internazionale.

Le Finalità della Fondazione hanno come Obiettivo anche lo sviluppo, la valorizzazione, la miglior fruizione e accessibilità delle attività, attraverso percorsi di ricerca, analisi, innovazione e sviluppo di buone prassi e buone pratiche.

Attività promosse dalla fondazione

Per il raggiungimento delle proprie Finalità, la Fondazione riunisce sotto il proprio nome risorse progettuali e organizzative, per realizzare:

  • Progetti per la richiesta di contributi o per la partecipazione a bandi regionali, nazionali o europei, finalizzati al reperimento di risorse destinate alla realizzazione delle proprie Finalità;
  • Seminari, congressi, manifestazioni e altri eventi e servizi innovativi, in contesti nazionali e internazionali, per promuovere incontri tra le maggiori personalità dell’ambito di interesse della Fondazione e quindi il trasferimento e la diffusione delle conoscenze, attraverso azioni di aggregazione, servizi di utilità sociale e programmi di sviluppo sostenibile;
  • Un Osservatorio Europeo per lo sviluppo delle attività e un Comitato Scientifico permanente;
  • Una rivista internazionale di cultura europea, specializzata negli ambiti delle Finalità della Fondazione;
  • Corsi di post-grado universitario, mirati anche alla diffusione di buone prassi e buone pratiche negli ambiti previsti nelle Finalità della Fondazione, e corsi di formazione professionale
  • Promozione e partecipazione alla rete di servizi e realtà territoriali con Finalità analoghe o negli ambiti ricompresi nelle Finalità della Fondazione.

NEURO X PRO

  • evoluzione di tecnologie assistive robotiche finalizzate alla neuroriabilitazione di deficit motori, sia dell’arto inferiore – per il ripristino della deambulazione autonoma – sia dell’arto inferiore – per il recupero della prensione delle mani
  • sviluppo di dispositivi innovativi capaci di simulare un moto perfettamente fisiologico o dotato di micro-variazioni, come anche di valutare la funzionalità motoria residua del singolo paziente, adattando conseguentemente i parametri in modo automatico
  • ottimizzazione dell’efficacia della terapia riabilitativa tramite lo sviluppo di una strategia di controllo che permette al dispositivo di rilevare le performance del paziente, in modo continuo durante la terapia, e di reagire a input specifici, sulla base delle impostazioni definite dall’operatore sanitario (terapista o medico)
  • identificata, dal team di ricerca di Melittaklinik, un’azione neuroprotettiva esercitata da CELECOXIB, farmaco antinfiammatorio non steroideo selettivo utilizzato nel trattamento sintomatico degli stati infiammatori su base reumatica
  • avviato uno studio clinico incentrato sull’innovativo approccio terapeutico causale, con celecoxib, per il trattamento della malattia di Parkinson, fino ad oggi trattata con terapie sintomatiche.
  • ampliamento bacino di applicazione, promozione di ulteriori progetti di ricerca per l’identificazione di biomarcatori per lo sviluppo di agenti terapeutici per patologie neurodegenerative (Alzheimer, demenza, ictus, sclerosi multipla e sclerosi laterale amiotrofica)